LA SENSA

La Sensa è il nome in dialetto bergamasco del paese dove vivo

scrivimi



[logo]

This page is powered by Blogger. Isn't yours?
17.7.03
 
BUONA COMUNICAZIONE

Se sono a casa qualunque cosa stia facendo (e in questi giorni è probabile che non stia facendo nulla) alle 11.40 in punto accendo la radio (o cambio frequenza se sto ascoltando deejay chiama estate) per sintonizzarmi su radio 1 e ascoltare il comunicattivo, programma molto ben fatto condotto da Igor Righetti. E' un programma della durata di un quarto d'ora circa dove vengono analizzati tutti gli aspetti della comunicazione con un occhio particolare al giornalismo. Devo dire che la prima volta mi sono messo all'ascolto con un po' di diffidenza ma sono costretto ad ammettere che sono stato letteralmente conquistato da questo programma. Ve lo consiglio: è breve ed indolore ma lancia tanti spunti interessanti. Ad esempio una frase che mi piace veramente un sacco è: oggi comunicare è alla base. Ma chi è all'altezza?



10.7.03
 
Ha ragione Giacomo Airoldi che, su Tv Sette di questa settimana, scrive:
Massimo Moratti non ha ancora concluso l'unico ingaggio giusto per l'Inter: Manuela Arcuri. Viste le prodezze che riesce a far fare al fidanzato Coco sarebbe il preparatore ideale per i neroazzurri.



6.7.03
 
ELIO A BERGAMO

Ieri sera il tenpo era splendido e sono ovviamente stato al concerto di Elio e le Storie Tese a Bergamo. Un solo aggettivo: meraviglioso. Mi sembravano abbastanza in forma (molto meglio di quando li ho visti l'ultima volta) e mi sono parecchio divertito. Anche la scaletta era veramente bella e conteneva quasi tutte le migliori canzoni degli Elii (era uguale a quella della data zero ma non hanno fatto Pagàno). Particolarmente divertente un intermezzo con Elio che consiglia a Pezzotta (il concerto era infatti organizzato dalla Cisl) di approvare le riforme di Forza Italia, con Rocco Tanica che suona in sottofondo la musichetta del Costanzo show. Del nuovo cd mi è particolarmente piaciuta Cani e padroni di cani che live rende veramente bene.
Bravo Elio, bravi tutti (a parte i vicini di concerto)